Appunti sulla Poetica di Aristotele – 1

  1. L’arte è imitazione.
  2. L’uomo è portato, per natura, a trarre piacere dalle imitazioni. Questo vale sia per i “filosofi” che per le persone normali, l’unica differenza è la quantità di tempo dedicata alla contemplazione.
  3. Gli imitatori – cioè gli artisti – imitano persone che agiscono. Pertanto l’azione è il concetto fondamentale.
  4. L’imitazione di un’azione è il Racconto, ossia la composizione dei fatti.
  5. Questa azione è agita da alcuni che agiscono, ovvero i caratteri (i personaggi).
  6. La tragedia è composta da sei parti: Racconto,
    Caratterre,
    Linguaggio,
    Pensiero,
    Vista,
    Musica.
    Musica e Linguaggio sono il “con cui” si imita. La Vista è il “come” si imita (lo spettacolo, l’opera). Il Racconto, il Carattere e il Pensiero sono il “cosa” si imita.
  7. Di queste sei parti, la più importante è il Racconto.
  8. La tragedia infatti non è imitazione di uomini, ma di azioni. Non si agisce per imitare i caratteri, ma si usano i caratteri per mostrare delle azioni.