Intention & Obstacle come motore del dramma

Aaron Sorkin ripete con un mantra il binomio Intention & Obstacle, intenzione e ostacolo. Questo è il motore del dramma. Ogni vero dramma si basa su questo: il personaggio deve avere un’Intenzione molto forte (raggiungere Filadelfia, conquistare la ragazza, vincere la gara) e per conseguirlo deve esserci un ostacolo altrettanto forte (sono inseguiti dalla polizia, lei è innamorata di un altro, l’avversario è molto più esperto).

Senza un’intenzione forte, il protagonista non è interessante. Senza un ostacolo solido il conflitto non avviene.

Rifletto che questi sono i temi del dramma, ma non della commedia. Devo rileggere la Poetica di Aristotele, ma mi pare che le sue riflessioni valessero solo per la tragedia.